SILVIA GILOTTA – Ergonoma cognitiva

Il mio mestiere è l’ergonoma cognitiva, ovvero aiuto le aziende a progettare artefatti di ogni tipo, a misura d’uomo. Da una maniglia a un’app, mi occupo di tutto ciò che implica l’interazione con l’essere umano perché sia facile da usare, intuitivo e user friendly. Per farlo bisogna conoscere le persone dal punto di vista cognitivo. Quindi come vengono percepite ed elaborate le informazioni; come si impara e prendono decisioni. Come ci si muove nel mondo. E per poterlo fare mi sono laureata in psicologia.

Ho scoperto l’ergonomia al liceo, leggendo una rivista scientifica. Mi sono appassionata e ho improntato il mio percorso di studi per intraprendere questa professione. Dopo l’Università ho frequentato un master e preso il dottorato per avere i titoli. E sono anche una dei sessantasei ergonomi certificati dal CREE (Organismo Europeo) in Italia. Tra questi siamo una decina a occuparci di ergonomia cognitiva.

Ho intrapreso subito la libera professione e iniziato a lavorare per aziende di grandi dimensioni, di settori merceologici diversi, esplorando diversi campi di applicazione. Nel 2019 ho aperto una società con un mio ex studente e l’abbiamo chiamata Adequat, per esprimere l’adeguatezza degli strumenti all’essere umano.

Oggi siamo in tre e ci rivolgiamo soprattutto alla piccola e media impresa. In queste realtà possiamo portare la nostra esperienza per implementare i progetti legati a sviluppo e innovazione. Sono strutturati per raggiungere il risultato nel medio termine e ciò permette di seguire il processo dall’inizio alla fine, vedendo il prodotto o il servizio ultimato. Artefatti che rendono più semplice e migliore la vita dell’utilizzatore finale. Di tutti noi, insomma.

Contatti: https://adequat.studio/