LUISELLA ZEPPA – Amma Mode

Sono diventata Avvocato all’età di 27 anni nonostante abbia sempre avuto la passione per la moda. Scelsi però di studiare legge perché pensavo desse maggiori possibilità di vivere e fino al 2015 mi sono dedicata esclusivamente all’ambito legale per l’azienda di famiglia. Nel tempo libero però seguivo le orme di mia nonna, che era stata sarta per le Sorelle Fontana, e disegnavo dei bozzetti finché ho deciso di iscrivermi a un corso di sartoria durato tre anni.

La creazione di Amma Mode è arrivata su suggerimento di mio marito, che crede nel mio potenziale da sempre e ha una mentalità imprenditoriale. La mia insegnante mi ha poi consigliato di dedicarmi alle borse e, dopo una serie di tentativi, è arrivata quella con le frange di ispirazione hippy. In un certo senso per me rappresentava una sfiziosa libertà dopo tre maternità.

Abbiamo acquistato i primi pellami in una piccola azienda toscana e iniziato a confezionare le borse con un artigiano della zona, per postarle su Instagram. Il primo pezzo è stato acquistato a luglio 2017 da una fashion blogger e ha avuto subito un boom di richieste. Abbiamo così dovuto cercare una struttura produttiva più grande e ci siamo affidati a un’azienda che impiega solo lavoratori italiani perché per noi è importante sostenere il nostro tessuto industriale. L’Italia da sempre eccelle in questo settore, non solo per le firme e i marchi prestigiosi, ma per una innumerevole quantità di piccoli artigiani e realtà imprenditoriali che meritano di essere sostenuti per non perdere una ricchezza senza eguali.

Le borse sono prodotte con pellame di altissimo pregio, vengono trattate con prodotti ecosostenibili, tagliate con la fustella e assemblate a mano, perché puntiamo sulla qualità. Gli ordini vengono evasi tempestivamente e siamo pronti a soddisfare le richieste customizzate, realizzate su ordini specifici. Ogni borsa disegnata nel corso degli anni è diventata ora un prodotto e i negozi hanno iniziato a richiederle, spinti dal tam-tam.

Mi piacerebbe che in futuro le nostre borse fossero accessibili a tutte le donne. Il nome Amma deriva da mamma perché ciascuna di noi non deve dimenticare di essere in primo luogo una donna. La borsa è per le donne che, essendo madri e mogli, si sentono femminili e piacenti, uniche e autentiche, e desiderano semplicemente Essere. L’ho provato in prima persona: è una coccola che ci facciamo sopra il vivere quotidiano.

Contatti: ammamode.com