LUISELLA CERETTA – Scrittrice

La mia passione per la scrittura è partita al liceo, scrivendo storie per gioco. Ho iniziato a farlo seriamente nel 2003 dopo la laurea in Storia Medievale con una tesi sulla quotidianità nei dipinti della Val Susa. Proposi il testo ad alcuni editori locali e venne subito accolto con interesse così, dopo averlo ampliato, il saggio fu pubblicato l’anno successivo. Con Susalibri ho quindi pubblicato tre volumi di ricerca storica con tematiche femminili dagli anni ’20 alla fine degli anni ’60. Con uno di questi ho anche vinto il premio Bancarella Cucina, nel 2009.

Mi piace spaziare tra i generi letterari, per cui ho sentito l’esigenza di cimentarmi nel romanzo noir, con un personaggio principale e una cornice di co-protagonisti. È un genere che ho sempre amato molto, così mi è venuto naturale costruire delle storie ambientate a Torino. Li ho pubblicati con Robin e ho abbozzato il terzo volume, su spunto di Bruno Gambarotta.

Nel frattempo sono stata contattata dalla casa editrice Spunto con cui ho pubblicato due libri: un romanzo breve dove quattro donne finiscono catapultate nella Torino del 1982 e un libro per bambini con dei mostri protagonisti che mi seguono negli incontri e cercano di far superare le paure divertendo.

Al mio attivo ho otto libri, tutti con editori non a pagamento. Scrivo nel tempo libero e talvolta prendo ferie per poterlo fare. Se non ho il computer con me, allora scrivo a mano e poi riporto. Il processo creativo è qualcosa di magico: parte dall’inconscio ed evolve o cambia quando emerge. Allora le storie prendono la loro strada e mi portano per mano.

I libri sono acquistabili nelle librerie, su Amazon e Ibs.