ELISABETTA ZURIGO – Avvocato, specializzato in diritto di famiglia

Ciò che mi ha affascinato e condotta nella scelta della mia professione è il senso di giustizia, inteso come stare dalla parte di chi non ha gli strumenti per difendersi, e aiutare chi ha bisogno. Che poi è un mio modo di essere e agire nella vita, al di là della laurea in giurisprudenza e del lavoro che svolgo.

Ho maturato la mia esperienza lavorando in uno studio legale improntato sul corporate aziendale, ambiente a prevalenza maschile, che dopo la mia prima maternità ha preferito “rinunciare” alla mia collaborazione. In quel momento ho vissuto sulla pelle il senso dell’ingiustizia e in qualche modo la fragilità dell’essere donna-professionista-madre. A posteriori posso affermare che quell’esperienza, per quanto negativa, mi ha restituito una determinazione e una forza che mi hanno portata a costruire il mio presente, credendo sempre nelle mie capacità professionali e umane. Sono ripartita da zero costruendo giorno per giorno relazioni professionali sempre più solide.

La prima cliente fu proprio l’ostetrica della sala parto, che aiutò a far nascere il mio primo figlio, e che a mia volta ho assistito nella sua causa di separazione. Era il 2000 e da quel momento ho preso in mano la mia vita, affermandomi come professionista e come donna. Sono una self made woman e ho lavorato duro, senza risparmiarmi. È anche per questo che mi affascina la figura di chi imprende, perché ha una visione e una proiezione di sé e della propria attività sul lungo periodo, diretta a concretizzare obiettivi e sogni.

Quando incontro un cliente la prima volta mi occupo di accogliere il problema che vive, in ogni suo aspetto, anche con i sentimenti che lo accompagnano. Ho come obiettivo quello di mostrare una via d’uscita, di offrire gli strumenti giuridici per affrontarlo e risolverlo, chiarendo i contenuti, semplificando il linguaggio, proponendo quando possibile il ricorso alla mediazione, oltre che alla giustizia dei Tribunali: insomma cerco la miglior soluzione possibile.

Per me è importante che nel salutarsi al momento del congedo, sul volto del mio cliente sia tornato il sorriso, perché si sente sollevato e protetto. Nel tempo mi sono appassionata al diritto in un’ottica femminile, dall’impresa alla famiglia, per una questione di equità e pari dignità in un mondo ancora in disequilibrio.

Contatti: eli.zurigo@gmail.com